Screen shot 2016-01-24 at 18.21.19
facebooktwitterlinkedinmailfacebooktwitterlinkedinmail

Si avvicina l’appuntamento con l’ottava edizione di Liberi sulla Carta, la fiera dell’editoria indipendente, che si terrà il 15 settembre a Rieti e dal 16 al 18 settembre nel Borgo di Farfa.

Un week end di eventi culturali e musicali, spettacoli, letture, presentazioni di libri, laboratori ludici per bambini e molti altri appuntamenti a cui assistere e partecipare gratuitamente.

Ad aprire l’edizione 2016 due serate in compagnia di Luis Sepúlveda, scrittore, regista e giornalista cileno: giovedì 15 settembre alle ore 21.00 presso il Teatro Flavio Vespasiano di Rieti in occasione della premiazione del Premio Letterario Città di Rieti, mentre venerdì 16 settembre alle 21.30 a Farfa, il grande scrittore dialogherà con Ilide Carmignani, ispanista e sua traduttrice.

Il 17 settembre alle 21.45 Liberi sulla Carta prosegue con una partecipazione d’eccezione: Nanni Moretti – regista, attore, sceneggiatore e produttore cinematografico italiano – renderà omaggio alla scrittrice Natalia Ginzburg, nel centenario della sua nascita, leggendo brani tratti da “Caro Michele”.

Domenica 18 settembre alle 21.45 la fiera dell’editoria indipendente si chiude con Giorgio Tirabassi che leggerà degli estratti dal pometto in sonetti in dialetto romanesco “La scoperta dell’America”, in omaggio al poeta e pittore romano Cesare Pascarella.

Durante il festival sarà possibile partecipare al workshop di scrittura creativa tenuto dalla Scuola Omero, la prima scuola di scrittura italiana, che focalizzerà la full immersion sul tema “scrivere un romanzo”.

Grazie alla collaborazione con la Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori inoltre, sarà possibile visitare gratuitamente la mostra “Italo Calvino per le vie del mondo”, con oltre 150 copertine del grande scrittore tratte dalle edizioni tradotte in tutto il mondo.

Quattro date, due location, un solo obiettivo: sostenere l’editoria indipendente per difendere la naturale diversificazione dell’offerta culturale e in particolare della produzione editoriale, spesso fagocitata dalla grande distribuzione e penalizzata da meccanismi puramente commerciali.

Una cultura accessibile e inclusiva quella che andrà in scena dal 15 al 18 settembre in Sabina, con ‘Liberi sulla Carta’.

L’evento è patrocinato dalla Regione Lazio, i Comuni di Rieti e di Fara in Sabina e dalla fondazione Varrone e organizzato dall’associazione Amici di Liberi sulla Carta in collaborazione con Laboratorio 3.0.