facebooktwitterlinkedinmailfacebooktwitterlinkedinmail

Liberi sulla Carta si propone di dare spazio e visibilità a tutto il mondo della piccola e media editoria “Indipendente”, anche a quegli editori che faticano a promuovere i propri autori e distribuire in maniera efficace i propri libri perché schiacciati dalle maggiori case editrici che monopolizzano il sistema librario.

Per quanto riguarda la partecipazione delle Case Editrici, Liberi sulla Carta adotta un criterio che non crea discriminazioni in base alle possibilità di investimento, adottando una quota di partecipazione relativamente bassa anche in questa decima edizione.

La logistica della fiera prevede stand in Padiglioni chiusi e altri esterni, con pareti richiudibili, no-eap1garantendo a tutti gli spazi la medesima visibilità.

Dal 2014 LSC aderisce alla campagna NO EAP, escludendo dai propri editori coloro che chiedano un contributo economico, sotto qualsiasi forma, ai propri autori.

 ATTENZIONE: Sono esauriti gli spazi denominati “stand ESTERNO”. L’unica opzione ancora disponibile è “stand autonomo INTERNO”. Si ricorda agli editori che il pagamento della quota deve comprendere anche la CAUZIONE, si chiede a quanti hanno già effettuato l’iscrizione senza includerla di provvedere con un versamento integrativo.